FABULA - CIRCOLO LETTERARIO TELEMATICO
www: http://www.fabula.it/
email: staff@fabula.it







POESIE

Ottavio Malugani




TEMPESTA

Greggi furiose
vomitavano fuoco.

Squarci di luce,
Tuonare di monti

Due anime strette,
nude e sole, ma
un gelido tepore
le affratella.

Sarà Amore


L'ISOLA

L'oceano del male
rabbiosamente divora
impetuosi fiumi d'odio.

Pochi uomini in salvo
sull'isola del dolore.


"POESIA"

Pavone dorato,
volteggiando sale
nella mente creatrice.

Si apre e si chiude
l'Incosciente diaframma

Il fiore è passato
Il grosso è in agguato


IL RUMORE DEL SILENZIO

Il rumore del silenzio
lacera le anime,
nutre lo spirito.

Abbatte muri,
costruisce città.

Il rumore del silenzio
tregua, pace e di nuovo guerra


SOTTO

La plumbea cappa
ricopre la città.

Grigio
tono su tono
ma chi guarda sopra,
sopra di se!

Solo nei campi
del pianto,
timido,
qualcuno,
scruta
l'ideale continuità
tono su tono
di strade e palazzi

#

Il mondo è cresciuto
e niente è cambiato

Viviamo sempre
sotto lo stesso cielo
un po' più grigio, un po' più cupo

L'uomo è cambiato
ma nessuno è cresciuto

Viviamo sempre
sotto lo stesso cielo


PRIGIONIERI NELLA GALLERIA DEL BUIO

Tutto è scuro, senza luce.
Tutto è uguale senza luce.

I prigionieri non vedono la fine.
Non vogliono vedere la fine.
Non sanno più cos'è la fine.

Uno solo spera nella luce
che non vedrà mai


POESIA PULITZER

Improvviso
Inaspettato
Irruente
Inarrestabile
Impulso


ACROSTICO DEL MARE

Come la notte
Eluse la guardia
Repentino Amore
Nascosto veniva
Iridescenti sogni
Ammiccavano


ACROSTICO DEL BOSCO

Ore che passano,
Rumoreggiando
Sempre volto
Oltre



ATTENZIONE!
Questo testo è tutelato dalle norme sul diritto d'autore.
L'autore autorizza solo la diffusione gratuita dell'opera presso gli utenti della banca dati e l'utilizzo della stessa nell'ambito esclusivo delle attività interne al circolo.
L'autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di utilizzazione economica dell'opera in ogni forma e modo, originale o derivato.