FABULA - CIRCOLO LETTERARIO TELEMATICO
www: http://www.fabula.it/
email: staff@fabula.it







TELEFONATA II

Marco Tombesi




Ciao Leonardo... sono Marco... Tombesi... Come ti va? sta bene Rosanna? e Alice, la piccolina? è quasi pronta... Nasce ad aprile?... Auguri...

Sì sono andato a parlare con la casa editrice...
E' stato interessante, ho parlato con una signora, mi ha detto che so scrivere, che rispetto la lingua italiana, tutto sommato è stata molto lusinghiera, mi ha parlato a lungo delle problematiche dell'editoria, problematiche, tra l'altro, comuni a tutte le imprese, l'investimento, la distribuzione, percentuali, (il distributore chiede il 70% di sconto, il 10% per cento del ricavato va allo scrittore, il 4% per cento allo stato, a loro rimane il 16%...), alla fine il discorso è stato chiaro, il 50% delle spese di edizione spettano allo scrittore, 16 pagine 900.000, 48 pagine 3.900.000 compresa la copertina...
81.250 a pagina, niente male...
In pratica mi viene richiesto di investire quattro milioni per poi, forse e non si sa quando, se verranno vendute 1000 copie a 10.000 lire io dovrei guadagnare un milione...

Quindi non scriverò... ops, pardon, lapsus, non stamperò niente, o meglio non in questo modo...
Sto veramente pensando di stamparmelo in proprio, con 4PRINT: me lo stampo, me lo fotocopio e lo spillo, per cento copie non do- vrebbe costarmi più di mezzo milione...

Oppure spedire tutto alle Edizione Mille Lire. Forse loro sono più seri...

Che vuoi che ti dica... avrei tante cose da scrivere, il racconto di fantascienza, il giallo esistenziale, vorrei approfondire 'TRADIMENTI', vorrei terminare la seconda parte di NULLA... sì il ritorno...
Le poesie?
Altra bella storia...
Dopo che 'La Repubblica' ha pubblicato un mio racconto di fretta ho letto, sempre su Repubblica, di un concorso letterario per poeti, così ho spedito alcune mie poesie all'editore che aveva indetto il concorso, in Sicilia; dopo un mese o poco più, mi arriva una lettera dicendomi che le mie poesie sono interessanti e vorrebbero pubblicarle, c'è un particolare: loro vorrebbero pubblicare 1000 copie, io dovrei comprarne 200 a 18.000 lire, 3.600.000 da versare anche in più rate, venti copie mi sarebbero state consegnate gratis... Sì, la mancia...
150 copie l'editore le avrebbe distribuite gratis...
Quindi rimarrebbero da vendere 630 copie a 18.000 lire, vale a dire 11.340.000, a me spetterebbe l'8% cioè 907.200 lire... Dopo aver sborsato ben 3.600.000...
Io mi son ben guardato dall'accettare, naturalmente, poi, a settembre mi è arrivata un'altra offerta:
Dato che le mie poesie erano particolarmente interessanti (dice lui), l'editore voleva pubblicare 600 copie, io dovrei comprarne 100 a 18.000 lire, 1.800.000 da versare sempre in varie modalità, dieci copie mi sarebbero state consegnate gratis... Sì, sempre la mancia... questa volta l'editore avrebbe voluto distribuire gratis 75 copie...
Quindi sarebbero rimaste da vendere 415 copie a 18.000, vale a dire 7.470.000, a me spetterebbe l'8% cioè 597.600... Dopo avergli sganciato 1.800.000...
Io non ho accettato nemmeno questa volta; a parte il fatto che non ho una lira e poi non vedo perché devo pagare per pubblicare qualcosa, se gli va di investire su di me tanto meglio, altrimenti tanti saluti...

In questo momento vorrei solo scrivere, vorrei uno spazio, un muro, una bacheca, una qualsiasi cosa su cui attaccare un foglio con un mio racconto, anche anonimo...

Cosa vuoi che ti dica, quando leggevo Kerouac ricordo che ogni tanto gli arrivava un'assegno dell'editore, io non aspiro a tanto, ma non voglio nemmeno che qualcuno mi spilli dei soldi approfittando dei mei sentimenti...

Ho sentito parlare di una BBS di Milano, una banca dati di scrittori, o aspiranti... Quasi, quasi provo spedire a tutto su linea telefonica...
A proposito: quando esce Ken Parker?..




ATTENZIONE!
Questo testo è tutelato dalle norme sul diritto d'autore.
L'autore autorizza solo la diffusione gratuita dell'opera presso gli utenti della banca dati e l'utilizzo della stessa nell'ambito esclusivo delle attività interne al circolo.
L'autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di utilizzazione economica dell'opera in ogni forma e modo, originale o derivato.