FABULA - CIRCOLO LETTERARIO TELEMATICO
www: http://www.fabula.it/
email: staff@fabula.it







TECNOLOGIA

Gianluca Sordiglioni




Che cosa sarebbe il mondo senza tecnologia?
Niente.
Gli uomini usano la tecnologia per modificare la realtà ai loro desideri.
Senza la tecnologia, non potrebbero fare nulla.
Noi li vediamo, gli uomini, mentre si accingono a costruire le loro macchine ed a pensare come inventare altra tecnologia.
Stolti ed illusi!
Sono chiusi nel loro guscio a tenuta stagna e non sospettano ancora che cosa ci possa essere fuori.
Perché se solo guardassero al di là dei loro limitati orizzonti, vedrebbero Noi.
Pure entità intelligenti senza corpo, senza tempo, senza spazio, permeanti l'Universo da un confine all'altro, ecco cosa siamo.
Che cosa serve la tecnologia? A noi, niente. Siamo Noi la tecnologia. Gli atomi non sono che mattoni e Noi siamo i costruttori.
Le nostre menti modificano l'Universo a loro piacimento, nel tempo e nello spazio. I nostri spiriti immortali sono nati con la nascita dell'Universo, appartengono all'Universo, *sono* l'Universo stesso.
Da Antares a Rigel, da Pollux ad Altair, da Mizar a Crux le nostre menti hanno plasmato esseri mortali con frazioni dei nostri poteri, per convincerci che solo Noi eravamo gli Esseri Supremi ma che potevano esserci altri spiriti in grado di eguagliarci.
Tra tutte le specie create, solo la specie Uomo ha inconsciamente capito quale era l'obiettivo.
Hanno inventato la tecnologia per arrivare sino a noi ed un giorno ci arriveranno, piano piano, tutti insieme.
Pochi eletti hanno avvertito prima degli altri la Nostra presenza. E qualcuno, tra di Loro, è già tra Noi.




ATTENZIONE!
Questo testo è tutelato dalle norme sul diritto d'autore.
L'autore autorizza solo la diffusione gratuita dell'opera presso gli utenti della banca dati e l'utilizzo della stessa nell'ambito esclusivo delle attività interne al circolo.
L'autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di utilizzazione economica dell'opera in ogni forma e modo, originale o derivato.