FABULA - CIRCOLO LETTERARIO TELEMATICO
www: http://www.fabula.it/
email: staff@fabula.it







POESIE

Marco Tombesi




1
Noi non saremo angeli,
non solleveremo il fante
dal fango della sua trincea
non contempleremo la primavera
dalla punta delle nostre ali
non ci disseteremo col gioco
dei bambini

Vivremo radenti al suolo,
non ci libreremo sui nostri pensieri,
rimarremo legati a noi stessi,
con noi stessi
per la durata di noi stessi.

Noi scintille di stelle,
noi polvere del mondo.


2
vivere o esistere?

tronco alla deriva o barca a vela all'orizzonte??

per il momento sono una zattera con uno straccio di vela che a
volte prende il vento e a volte va alla deriva

osservo quello che mi circonda sempre più consapevole ma sempre
meno protagonista, a volte attento a volte assente

vago nell'esistenza come si vaga nella nebbia

più vado avanti più mi convinco che la barriera tra sogno e
realtà e sempre più insignificante e insulsa

ormai riesco a soffrire sia nel sogno che nella realtà e la
realtà ha la stessa inconsistenza del sogno

necessità di lasciare un segno nella vita una traccia

torrenti di parole attraversano il presente ma che resta??

nulla

solo sensazioni

emotività turbata

necessità di comunicazione

trasmettere ricevere

instaurare un colloquio tramite un canale ed una modalità


3
no non può essere
non è vero
non può essere vero
non deve essere vero
LEI ora è lontana altrove
dove
chissà

4
Il pesce si affacciò sul pelo dell'acqua e mi raccontò una
storia,
la storia del silenzio...

5
Il Gatto ed il Cane si allearono contro il Topo ed il Pesce,
questi ultimi si rivolsero alla Regina Rondine per far ritornare
i tempi del Bue o del Drago...

6
Essere finalmente uomo
sospirare
e far sospirare
gemere
e far gemere
gioire
e far gioire
domare/donare
il mio seme
nella via maestra della vita
dell'essere tenero e selvaggio dell'universo.
Dolce e predatore.
Sentir scorrere
il nettare del mio orgoglio potente
nel fiore consenziente del suo amore
serenità
pace
consapevolezza
esistenza
amore


7
la rosa invecchiata mi fissa
e mi ricorda
del giorno in cui è stata stretta
nel pugno della sposa radiosa


8
Signore, Signore
dimmelo e uccidimi
o dimmelo e fammi felice
ma dimmelo
l'ignoto mi opprime
il dubbio mi devasta
la carne acceca la mia mente
e la mia coscienza.
Se resisto è per LEI
se non oso è per LEI
se amo, amo LEI
dal profondo della mia verginità
amo LEI
dal profondo della mia paura
penso LEI
dal profondo del mio essere
desidero LEI

Ecco la tua risposta!!!!!!!!!!!
la brezza
la brezza ha spirato
ed io ho sentito la risposta:

SPERANZA


9
Che tutto si compia,
che tutto succeda,
che tutto avvenga...

Rimpiango i decimi di secondo di gioia e di bellezza che ho
vissuto.


10
continuerò
continuerò la mia ricerca
e TI amerò o mio Dio
cercherò di seguire le TUE vie.
Ma TU aiutami
l'Uomo è debole
Dammi un segno
perché io non disperi
incoraggiami
perché le mie ginocchia non vaccillino
irrobustisci le mie braccia
perché esse possano lavorare laboriosamente
sciogli la mia mente
perché io possa aderire alla vita
ed all'universo


Sono uno scarso servitore
ma non disonesto
non disprezzo la fatica
mi sforzo di compiacerti....

Una preghiera, solo una preghiera, infatti io NON SO.


11
Come, dove, quando
Chi sono io, cos'è questo corpo che mi circonda?
sono davvero io?
ma cosa e chi sono io?
io sono il corpo, ed il corpo sono io...
E la mente?
la mia mente non è allineata con il corpo, sono due cose
separate,
io sono la mente, il corpo è qualcos'altro che non conosco,
che non riesco ad amministrare,

c'è una grande distanza tra me ed io...


12
Grandi lame di desiderio
circoncidono me ed il mio sesso
con noncuranza circoincido la mia fantasia
che rimane scoperta e nuda
alla mercè della fredda aria della vita...


13
Vincent Van Gogh

Grandi occhi neri da bambina vecchia, il volto incorniciato dalla
cuffia, le ciglia corrucciate, il volto un tempo ovale, fresco e
tondo, ora scavato, solcato.
(E' il "Ritratto a mezzo busto di una contadina".)

Il contadino semina prendendo i semi dal grembo, il volto
corrucciato, è immerso nei Grandi Piccoli Pensieri, grosse
scarpe robuste che conosco bene... Io sono Lui...
("Il Seminatore")

C'è molto risentimento nel Vecchio, forse odio, ma è un odio
antico... è anziano anche lui, non c'è più rabbia, né amore in
lui.
("Vecchio pescatore")

Nuvole pesanti, torve, scure, il mare imbiancato dalle onde. Una
barca deve essere trascinata a riva con un carro, ci sono delle
donne sulla riva: mogli, figlie, amanti, fidanzate? Dal quadro
trasuda un senso di tragedia infinito, la vita contro la natura,
la fame, la disperazione dell'Uomo che si spinge nell'ignoto per
soppravvivere, vivere, mangiare, fare l'amore...
("Sulla spiaggia di Scheveningen")


14
Cala la luce sulla mia esistenza
ho bisogno di una nuova luce
che illumini il mio cammino.
Sei forse TU?
Ti prego rispondimi...
Non lasciarmi nel dubbio.


15
Da domani parlerò con la mia anima
parlerò e capirò
le ragioni della sua disperazione


16
Tutto andato, perso nel tempo...

Dovrei essere felice, ho dei bei ricordi, c'è chi non ha nemmeno
quelli.
Allora perché sono così triste?
Perché sono così disperatamente triste?
Perché continuo a scrivere fiumi di sciocchezze?

Perché sono solo
Irrimediabilmente
Inequivocabilmente
Solo


17
Tutto mi turba, la vita, la morte...

La vita...
io non so cos'è, quest'intrico di male e di bene...
di gioia e dolore...
di amore non corrisposto,
di amore senza speranza...

Di non amore...

Il non saper che fare, il non saper che dire.

Osare
Osare e sapere

Domani, domani e domani...


18
Speranza o disperazione?
Felicità o tristezza?
Gioia o dolore?
Malinconia o serenità?

Attesa
Sono in attesa

Chi è COSTEI? Chi sono io? Esisto, Esiste LEI?

Esiste il nostro AMORE?
O esiste solo il mio?
Che prova LEI?
In questo momento... E prima? e Domani?

La mia gioia, il mio dolore...
sono vani? Dio mio... Aiutami,
dammi un po' d'amore...
il suo... non altro...
perché? ma è vero?

tutto... esiste? perché LEI? perché io? perché NOI?
saremo mai una cosa sola?


19
Signore!! Signore!!!...
Sto gridando!!!
La mia anima sta gridando!!!
E mentre grido fremo!!
E mentre grido la mia anima freme!!!
Fremo d'amore e di desiderio...
Di desiderio per LEI.
Io piccolo insetto,
io piccolo nulla,
io piccolo uomo
io piccolo e insignificante punto interrogativo...
Io AMO!!!
E mentre amo esisto.
E mentre esisto e amo, grido.
Sto gridando!!!
La mia anima sta gridando!!!


20
Dio mio, che sta' succedendo?
Che cosa sta accadendo?
Dimmelo tu...
Io non riesco a capirlo...
Non ci riesco...
Non vedo la realtà, la vita,
non vedo LEI
non riesco a capire ciò che prova,
ciò che sente
ciò che pensa...
E tutto ciò mi fa paura,
Perché quando sarò chiamato a prendere una decisione,
una qualsiasi,
non saprò che fare.

Devi aiutarmi,
devi farlo.


21
Che succederà? che cosa sta succedendo?

Sapere, sapere, sapere.

Nell'alba della conoscenza
vigileremo
scrutando l'orizzonte
in attesa della verità
che sorgerà dal buio delle nostre coscienze
e vestiremo di luce e di stelle

Meriggi d'oro
meriggi di luce chiara
ecco ciò che voglio

perdermi
perdermi nella luce chiara
così che la mia mente sia finalmente illuminata
di gioia e serenità

Colpi alla testa ho ricevuto
e la mia facoltà di discernere
è stata sostituita dalla facoltà
dell'immaginare

Così che non vivo
ma immagino di vivere

non amo
ma immagino di amare

non parlo
ma immagino di parlare

non vedo
ma immagino di vedere

la grandezza del Signore

Nella Tua forza,
nella Tua forza io spero o Signore,
per secoli aspetterò
che Tu faccia la Tua volontà
su di me.
Con la Tua forza,
con la Tua forza mi alzerò
e griderò,
griderò il mio amore

Crollerò
crollerò sulle mie lacrime
Mi infrangerò come cristallo purissimo,
e schegge di me stesso
rimbalzeranno sulle stelle
e colpiranno la Luna


22
Come sfera di cristallo
giro su me stesso,
E guardo
e osservo
e non capisco
e non vivo
e non vedo
e non amo
e non parlo

Illusioni di felicità invadono la mia mente
impedendomi di vedere la mia vita


23
Sperare, ma non sognare.
Desiderare, immaginare, ma non illudersi...


24
Sano freddo, sana stanchezza di una settimana di lavoro (o di
follia?), sano dolore dopo una corsa...

Assenza, assenza...

Il senso della vita...
sfuggente concetto, inesistente risposta.


25
No, non è possibile, tutta la mia follia si è concentrata
in quella lettera, in quelle parole.

Ed ho perso, perso tutto.
Ora pago, con la mia solitudine, una dura condanna.

Come mi presenterò all'universo, alla vita? ALL'ESISTENZA.

Per me non c'è destino, non c'è felicità, non c'è DONNA.

Diventerò testimone della mia stessa esistenza,
passivo osservatore,
inerme spettatore di uno squallido spettacolo,
un ripetersi di parole vuote,
di schemi indecenti,
di figure senza volto e senza parola.


26
La mia vita si sta srotolando inesorabilmente

Sto cambiando,
fisicamente

i miei capelli si fanno sempre più radi,

la pelle sempre meno elastica

incomincio a vedere delle rughe intorno agli occhi, i miei piedi
sono sempre più duri, il mio volto accetta la lametta sempre più
spesso, e non si lamenta più tanto...


27
se io
se tu
se voi
se lui
se lei
se noi
se noi tutti

Se vivessimo...
Se vivessimo...
Se vivessimo...


28
Quando vedrò
Cappuccetto rosso baciare Pinocchio

Quando vedrò
la Nonna mangiare il Lupo

Quando vedrò
Aladino giocare a scopa col Genio

Allora vedrò la Fiaba,
la fantasia pura,
incontaminata,
del bimbo che sogna
o che immagina.


29
La mia lingua parla,
Il mio occhio guarda,
Il mio orecchio ascolta,

ma
non comunico,
non vedo,
non sento...


30
Le vocali discussero con i punti
le virgole litigarono con le A
i trattini divorziarono dalle parentesi
le maiuscole ripudiarono le minuscole

allora nacquero le posie.


31
vi sono molti gradini
nella mia memoria
sempre meno alti
ma sempre più numerosi
meno larghi
ma più faticosi


32
onde di musica
raffiche di parole
raggi di luce
lampi di profumo
sputi di amore

tutto questo è la mia mente

Dio mio!
quanto vorrei
dentro di me
un po' di pace

un po' di silenzio
un po' di buio

tanto amore


33
a volte penso...
a volte taccio...
a volte dormo...
a volte vivo...

sempre
sempre
sempre

amerò


34
il buio dell'odio
la fame della disperazione
la malattia dell'egoismo

quelli che vincono sempre
quelli che hanno sempre ragione
quelli che capiscono sempre tutto

ecco ciò che mi fa paura


35
se solo potessi dirti
se solo potessi parlarti
se solo potessi spiegarti
se solo mi ascoltassi
se solo mi permettessi
di cantarti il mio amore



ATTENZIONE!
Questo testo è tutelato dalle norme sul diritto d'autore.
L'autore autorizza solo la diffusione gratuita dell'opera presso gli utenti della banca dati e l'utilizzo della stessa nell'ambito esclusivo delle attività interne al circolo.
L'autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di utilizzazione economica dell'opera in ogni forma e modo, originale o derivato.