FABULA - CIRCOLO LETTERARIO TELEMATICO
www: http://www.fabula.it/
email: staff@fabula.it







POESIE TRISTI

Gianfranco Giannini




Illusione


Piango per me stesso, per l'anima mia
triste è accorgersi di vivere.

Ho visto irrigidirsi il volto della gente
additarmi: "Pazzo!".

Ho udito voci lontane che portavano
grida e dolore insieme ad esse.

Ho toccato il tuo volto prima che svanisse
come un sogno irreale
e mi chiedo: "Perché?".

Ho cercato a lungo la tua anima
affinché plachi la mia desolazione.

Ho trovato solo te, dolce illusione.


Istanti


Mio piccolo petalo
perché la tua anima vibra
e si contorce?

Perché ti spaventa tutto questo?
dona a te stessa il soffio di gioia
che ti colma e ti fa sentire viva!

Abbatti le barriere che poni
di fronte a te, non è difficile
è sufficiente alzare gli occhi
al cielo infinito e sognare...

Ricordati di quando eri bambina
quando ti piaceva cavalcare le nuvole
ed esse assumevano
le forme della tua fantasia.

Rallegrati di ciò
cerca la bambina che dorme
dentro la tua fragile anima
e lei ti guiderà
per tutta la vita.


Niente lacrime


Silenzio, bambina
non piangere ancora.

Togli le mani dai tuoi occhi lucidi
e lascia che io porti via
tutto il dolore che hai provato
quando ti sei ritrovata
tutta sola
in un deserto senza fine.

Ascolta il tuo respiro mentre sale nell'aria
in questo cielo meraviglioso.

Non aver paura di morire
forse nell'altra dimensione
ci sarà una vita migliore.

Dammi la mano, ti porterò lontano
in un luogo dove gli angeli
non cadranno più.


Niente vita, niente tempo


Qualcosa cambia giorno dopo giorno
la gioia si tramuta in malinconia
tristezza, angoscia.

E' come se cercassi qualcosa che non c'è.
A volte desidero annullarmi totalmente
di fermare il tempo
strettamente legato alla vita
niente vita, niente tempo.

Morire è come sognare per sempre
senza timore di un altro risveglio.

Non conosco il motivo per cui si debba nascere o morire
è inevitabile nascere e morire.


Notte


Qualcosa di magico accade in questa notte
elfi, gnomi e ninfe danzano e gioiscono.

Pioggia.

Gocce dorate bagnano le nostre anime
che si rallegrano e vibrano
all'unisono.

Fuoco.

Fiamme che illuminano, scaldano e rassicurano
attenuando ogni possibile ansia.

Lacrime.

Pianto di fanciulla, le cui lacrime
solcano il suo dolce ed effimero volto.

Lacrime.

Pianto di fanciullo, come bimbo disperato
che cerca l'affetto della madre.


Petalo


...Come se tutto morisse dentro di me
il vuoto, l'angoscia, la tristezza.

Dolce petalo della mia vita
che si distacca e cade

Aiutami a rialzarmi
dammi la tua fragile mano
e portami via con te
attravarso i sogni di un cuore ribelle
che soffre e che piange...

Apri il tuo cuore a me
fammi vedere il tuo lato più debole
i tuoi dubbi, le tue paure, le tue ansie.

Non lasciare che un solo istante
passi senza il calore dell'amore.

Uniamo le nostre anime
all'unisono con le nostre paure
mia piccola amica...


Potessi


Potessi essere un uccello, volerei via
potessi essere una formica, mi infilerei dappertutto
potessi essere la luna, mi nasconderei dietro il sole
potessi essere un fiore, inonderei il mondo di profumi
potessi essere il sole, riscalderei ogni cuore infelice.

E se per caso non dovessi risvegliarmi
allora continuerò a sognare per sempre
cose mai viste, terre lontane sconosciute
montagne silenziose e placide acque
di fiumi dorati dalla luce
di un sogno mai fatto.


Tutto tace


Tutto tace intorno a me
solo il silenzio mi accompagna
e la vita dorme...


E mi piace questo dolce soffrir dell'anima mia
che urla la sua angoscia
al resto del mondo
ma lui dorme...



ATTENZIONE!
Questo testo è tutelato dalle norme sul diritto d'autore.
L'autore autorizza solo la diffusione gratuita dell'opera presso gli utenti della banca dati e l'utilizzo della stessa nell'ambito esclusivo delle attività interne al circolo.
L'autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di utilizzazione economica dell'opera in ogni forma e modo, originale o derivato.