FABULA - CIRCOLO LETTERARIO TELEMATICO
www: http://www.fabula.it/
email: staff@fabula.it







CICERO

Stefano Riva




Scena interno, proiettori, palcoscenico di fronte ad una platea sconfinata immersa nell'ombra; la platea vede il protagonista, ma lui non vede la platea.
Aria fumosa, fasci di luce visibili, il pubblico chiacchiera producendo un caos formidabile.

Ribalta.

Lui - Salve, salve!
Coro - Silenzio.
Lui - Voglio presentarmi, sono un tipo qualsiasi.
Coro - Silenzio.
Lui - Avete capito bene? Sono un tipo proprio come voi.
Coro - Silenzio.
Lui - Scusate, ma mi state ascoltando? Perché mi starei un po' offendendo...
Coro - Certo che ti ascoltiamo, ci mancherebbe altro! E non t'incazzare!
Lui - Ah, bene, allora posso cominciare!
Coro - Silenzio.
Lui - Per prima cosa vorrei confidarvi un segreto.
Coro - Dicci, dicci!!!
Lui - Non so di cosa parlare.
Coro - Silenzio.
Lui - Nessuno è perfetto ovviamente, ho i miei difetti...
Coro - Silenzio.
Lui - Siete sicuri di non avere proprio niente da dire?
Coro - Ma certo che abbiamo qualcosa da dire!
Lui - Dite, dite.
Coro - Silenzio.
Lui - Mi aspettavo un "non sappiamo di cosa parlare", sarebbe stato spiritoso.
Coro - Cosa vorresti insinuare? Noi SIAMO spiritosi!
Lui - Scusatemi, non volevo offendervi.
Coro - Sei un vero stronzo.
Lui - Veramente io non vi ho mai insultato.
Coro - Silenzio.
Lui - Guardate che io non ho nessun argomento, proprio nessuno.
Coro - Silenzio.
Lui - Cosa volete che vi dica???
Coro - Tutto!!!
Lui - Silenzio.
Coro - E allora?
Lui - Silenzio.
Coro - Il solito asociale.

Il protagonista scende dal palco e scompare nell'ombra della platea; il caos
riprende esattamente come all'inizio.

Scena interno, proiettori, palcoscenico di fronte ad una platea sconfinata immersa nell'ombra; la platea vede il protagonista, ma lui non vede la platea.

Ribalta.

Lui - Salve, salve!
Coro - Silenzio.



ATTENZIONE!
Questo testo è tutelato dalle norme sul diritto d'autore.
L'autore autorizza solo la diffusione gratuita dell'opera presso gli utenti della banca dati e l'utilizzo della stessa nell'ambito esclusivo delle attività interne al circolo.
L'autore pertanto mantiene il diritto esclusivo di utilizzazione economica dell'opera in ogni forma e modo, originale o derivato.